Mastoplastica riduttiva Roma

  • La Mastoplastica Riduttiva, come la Mastoplastica Additiva a Roma, è uno degli interventi più comuni ed importanti nella Chirurgia Plastica ed Estetica e consiste nel ridurre le dimensioni di mammelle ipertrofiche, dando alle stesse una forma idonea e una dimensione ottimale.

    Dalla semplice ipertrofia mammaria alla vera gigantomastia esiste una gamma di malformazioni mammarie che può portare anche a rendere questa problematica una situazione invalidante e non solo una questione estetica. Tante sono le tecniche, descritte in letteratura e utilizzate da generazioni di Chirurghi Plastici, non solo nel caso di interventi di Mastoplastica Additiva a Roma. E come sempre, non esiste una tecnica migliore dell’altra, ma per ogni singola situazione, sia che si tratti di un intervento di Mastoplastica Riduttiva sia di Mastoplastica Additiva Roma, sarà corretto adottare quella idonea a risolvere al meglio il caso in questione.

    Spesso, quasi sempre, le pazienti che decidono di sottoporsi a quest’intervento, a guarigione avvenuta “rinascono”, non solo per vedersi finalmente con un seno adeguato al proprio corpo e ai propri canoni estetici, ma soprattutto per una serie di miglioramenti nella vita di tutti i giorni, come sentirsi più leggeri, riuscire a fare sport, accorgersi di essere più a proprio agio con se stessi e gli altri.

    Non si tratta di un intervento breve, spesso anche più lungo di due/tre ore, benché l’anestesia generale non sia un’opzione obbligatoria e la scelta di tornare a casa la sera stessa dell’intervento sia certamente percorribile.

    Sul piatto della bilancia ogni paziente che intraprende interventi di Mastoplastica Additiva Roma o Mastoplastica Riduttiva, sa che porterà delle cicatrici, più o meno estese, a seconda della tecnica adottata, ma che in ogni caso sarà pressoché impossibile risultino “invisibili”.